Da Marche ed Abruzzo a Fermo per la cinquantesima tappa del progetto “Camminata dei musei”

Ma è stata anche l’occasione per ammirare anche la splendida Cattedrale, Piazza del Popolo ed il suggestivo panorama che hanno potuto gustare tutto coloro che partendo da Piazza del Popolo si sono diretti verso il Museo diocesano.

FERMO – Ottanta persone, di ogni età, provenienti da Marche ed Abruzzo sono arrivate a Fermo per partecipare alla cinquantesima tappa del progetto “Camminata dei musei” ed all’iniziativa “Sulle orme di Sisto V”.

La manifestazione è stata organizzata dall’U.S. Acli provinciale in collaborazione con l’assessorato alle politiche e beni culturali del Comune di Fermo, con Musei di Fermo, con Cta Fermo e con Qualis Lab – analisi cliniche.

Il percorso predisposto ha attraversato gli splendidi musei cittadini ed in particolare la Sala del mappamondo per arrivare fino al Museo diocesano adiacente alla Cattedrale. E’ stata una mattinata ricca di emozioni per tante persone che hanno potuto ammirare autentici gioielli presenti all’interno dei musei ubicati nella città di Fermo.

Ma è stata anche l’occasione per ammirare anche la splendida Cattedrale, Piazza del Popolo ed il suggestivo panorama che hanno potuto gustare tutto coloro che partendo da Piazza del Popolo si sono diretti verso il Museo diocesano.

Nel corso della mattinata si è parlato anche della storia della Città di Fermo e delle sue ricchezze storiche, architettoniche, naturalistiche e culturali, ricchezze che saranno oggetto di altre iniziative organizzate in collaborazione tra U.S. Acli provinciale e Comune di Fermo.

Ulteriori informazioni sul progetto “Camminata dei musei” e sui prossimi appuntamenti possono essere acquisite sul sito www.cooperativemarche.it .

La Camminata dei musei fa tappa a Castorano

A seguire si potrà accedere al Museo comunale arti e mestieri della civiltà contadina “Giacomo Speca” che proprio per l’occasione sarà inaugurato con i nuovi allestimenti.

Sabato 21 maggio, con partenza da Piazza Umberto I, è in programma un nuovo appuntamento con la “Camminata dei musei” che farà tappa a Castorano.

Il programma dell’iniziativa prevede il ritrovo dei partecipanti alle ore 16 ed a seguire una visita guidata gratuita al centro storico del borgo di Castorano ed alle zone limitrofe.

A seguire si potrà accedere al Museo comunale arti e mestieri della civiltà contadina “Giacomo Speca” che proprio per l’occasione sarà inaugurato con i nuovi allestimenti.

L’iniziativa è promossa dall’Unione Sportiva Acli provinciale Aps con il patrocinio del Comune di Castorano, con la collaborazione di 3Sicc Aps, Associazione Padre Carlo Orazi e Qualis Lab – Analisi cliniche.

Per poter partecipare all’iniziativa occorre inviare un messaggio al numero 3939365509 indicando nome e cognome di chi partecipa e la data della manifestazione entro il 18 maggio. E’ comunque previsto un tetto massimo di iscritti pari a 70 persone.

Durante l’iniziativa saranno applicati il protocollo e le linee guida U.S. Acli nazionale di contenimento Covid19.

Ulteriori informazioni sul progetto possono essere acquisite sul sito www.cooperativemarche.it .

“Gli antichi mestieri di San Benedetto del Tronto”

Successo per la quarantanovesima “Camminata dei musei”

 

Il mondo della marineria sambenedettese è stato il protagonista assoluto della quarantanovesima “Camminata dei musei” che si è svolta a San Benedetto del Tronto con la partecipazione di oltre 80 persone provenienti da Marche ed Abruzzo.

E non poteva essere altrimenti visto che l’iniziativa è partita dallo splendido Museo della civiltà marinara delle Marche e si è occupata, grazie al tour culturale predisposto dalla guida turistica abilitata Valentina Carradori, degli antichi mestieri della città con la visita a varie zone della città descrivendone la storia nel corso dei secoli.

L’iniziativa è stata organizzata dall’Unione Sportiva Acli provinciale con il patrocinio del Comune di San Benedetto del Tronto, con il patrocinio e il contributo della Commissione per le pari opportunità tra uomo e donna della Regione Marche e con la collaborazione di Qualis Lab – Analisi cliniche ed Associazione Il Marcuzzo.

All’iniziativa erano presenti l’assessore alla cultura del Comune di San Benedetto del Tronto Lina Lazzari e l’assessore alle politiche sociali e giovanili del Comune di San Benedetto del Tronto Andrea Sanguigni, che hanno avuto parole di apprezzamento per l’iniziativa e ringraziato i tanti partecipanti.

Il progetto “Camminata dei musei” abbina la promozione dell’attività fisica alla conoscenza ed alla valorizzazione delle strutture museali del territorio.

Nelle prossime settimane sono previsti altri appuntamenti. Domenica 15 maggio a Fermo, sabato 21 maggio a Castorano e domenica 29 maggio a Grottammare.

Ulteriori informazioni sul progetto possono essere acquisite sul sito www.cooperativemarche.it .

La cinquantesima tappa del progetto “Camminata dei musei” per la prima volta a Fermo

L’iniziativa è organizzata in collaborazione con l’assessorato alle politiche e beni culturali del Comune di Fermo, con Musei di Fermo, con Cta Fermo e con Qualis Lab – analisi cliniche.

FERMO – Domenica 15 maggio il progetto “Camminata dei musei” farà tappa a Fermo con l’iniziativa “Sulle orme di Sisto V”.

Per la prima volta l’iniziativa dell’U.S. Acli provinciale, giunta all’ottava edizione, fa tappa a Fermo e lo fa in occasione della cinquantesima iniziativa di un progetto che ha registrato, negli anni, quasi 1700 presenze con manifestazioni che si sono svolte nel territorio di tanti comuni di San Benedetto del Tronto, Pioraco, Ascoli Piceno, Monteprandone, Grottammare e Venarotta.

L’iniziativa è organizzata in collaborazione con l’assessorato alle politiche e beni culturali del Comune di Fermo, con Musei di Fermo, con Cta Fermo e con Qualis Lab – analisi cliniche.

“Mi fa molto piacere questa iniziativa – ha detto l’assessore alla cultura Micol Lanzidei – perché segna l’avvio di una collaborazione proficua con un’Associazione di grande tradizione, che dimostra ancora una volta la sua ben nota capacità di unire i valori sociali che da sempre la ispirano ad una attenzione per la cultura e per i beni storici, artistici e paesaggistici del nostro Paese che rappresenta per ciascun territorio una importante risorsa.​ Mi auguro che questo appuntamento sulle orme di Sisto V, di cui  l’Amministrazione comunale e Maggioli Cultura hanno voluto fare omaggio ai partecipanti in apertura di un rapporto che si auspica prosegua felicemente nel tempo, sia per soltanto la prima di una serie di occasioni per scoprire la nostra Città e la sua ricchezza culturale.”

Il programma dell’iniziativa prevede il raduno dei partecipanti in Piazza del Popolo a Fermo alle ore 10 ed a seguito la visita guidata gratuita alla Sala del Mappamondo ed al Museo Diocesano.

La partecipazione alla manifestazione è gratuita ma occorre prenotare con un messaggio al numero 3939365509 entro il 12 maggio indicando nome e cognome di chi partecipa. E’ previsto un tetto massimo di 80 adesioni.

All’interno dei musei viene raccomandato l’utilizzo della mascherina.

Ulteriori informazioni sul progetto “Camminata dei musei” possono essere acquisite sul sito www.cooperativemarche.it .

Gli antichi mestieri di San Benedetto del Tronto

L’8 maggio torna la “Camminata dei musei”

In prossimità della festa dei lavoratori, non poteva mancare un appuntamento con la “Camminata dei musei” dedicata agli antichi mestieri di San Benedetto del Tronto.

L’iniziativa è organizzata, per domenica 8 maggio, dall’Unione Sportiva Acli provinciale con il patrocinio del Comune di San Benedetto del Tronto, con il patrocinio e il contributo della Commissione per le pari opportunità tra uomo e donna della Regione Marche e con la collaborazione di Qualis Lab – Analisi cliniche ed Associazione Il Marcuzzo.

Il programma dell’iniziativa prevede il raduno dei partecipanti in viale Colombo 94 a San Benedetto del Tronto alle 15,30, la visita guidata gratuita al Museo della civiltà marinata ed a seguire un interessante itinerario culturale cittadino dedicato proprio agli antichi mestieri di San Benedetto del Tronto.

La partecipazione alla manifestazione è gratuita ma occorre prenotare con un messaggio al numero 3939365509 entro il 5 maggio indicando nome e cognome di chi partecipa. E’ previsto un tetto massimo di 100 adesioni.

Durante l’iniziativa saranno applicati il protocollo e le linee guida U.S. Acli nazionale di contenimento Covid19.

“Gli antichi mestieri di San Benedetto del Tronto” coincide con la quarta “Camminata dei musei” dell’ottava edizione del progetto, dopo quelle che si sono svolte nei mesi scorso ad Ascoli Piceno, Offida e sempre a San Benedetto del Tronto con la visita al Museo Piacentini.

“Conoscere la propria città – ha detto l’assessore alla cultura del Comune di San Benedetto del Tronto Lina Lazzari – significa viverla con consapevolezza e questo si può fare recuperando, in sicurezza, quella socialità per tanto tempo sottratta. E’ un prezioso momento che, grazie all’Unione Sportiva Acli provinciale ed agli altri partner della manifestazione, vogliamo offrire a quanti volessero partecipare”.

Il progetto “Camminata dei musei”, giunto all’ottava edizione, abbina la promozione dell’attività fisica alla conoscenza ed alla valorizzazione del territorio, in particolare delle strutture museali.

Nelle prossime settimane sono in programma altri appuntamenti. Dopo San Benedetto del Tronto, infatti, il progetto toccherà Fermo, Castorano e Grottammare con altre strutture museali da visitare.

Ulteriori informazioni sull’iniziativa possono essere acquisite sul sito www.cooperativemarche.it .

“I Piceni e le origini di Ascoli”

Successo per l’iniziativa organizzata nell’ambito del progetto “Camminata dei Musei”

L’U.S. Acli provinciale ha organizzato ad Ascoli l’iniziativa “I Piceni e le origini di Ascoli” che rientra nel progetto “Camminata dei musei” giunto all’ottava edizione.

Le guide turistiche Valentina Carradori e Valeria Nicu hanno predisposto un tour culturale cittadino che ha incuriosito gli oltre 100 partecipanti ad una iniziativa che dunque ha fatto nuovamente centro.

Vari i luoghi della città che sono stati attraversati e visitati come ad esempio l’anfiteatro di Porta Romana, Via dei sabini, via del picchio e via dei tessitori.

A seguire si è svolta una visita al Museo Pimu – Picenworld Museum in corso Vittorio Emanuele con la visita ad una struttura davvero interessante che è stata particolarmente apprezzata dai presenti.

Il progetto “Camminata dei musei” abbina la promozione dell’attività fisica alla conoscenza ed alla valorizzazione del territorio, in particolare delle strutture museali.

Nel mese di maggio sono in programma altri appuntamenti con l’iniziativa nel territorio dei comuni di San Benedetto del Tronto, Fermo, Castorano e Grottammare.

“I Piceni e le origini di Ascoli”

Il 3 aprile torna la “Camminata dei musei”

L’U.S. Acli provinciale organizza l’iniziativa “I piceni e le origini di Ascoli – Camminata dei musei” che si svolgerà il 3 aprile con partenza da Piazza Matteotti alle 9,30 ad Ascoli Piceno.

La manifestazione prevede un tour culturale gratuito con visita guidata al Museo Pimu – Museo Picenworld in corso Vittorio Emanuele ed a seguite un itinerario cittadino dedicato ai Piceni ed alle origini della città di Ascoli.

Per poter partecipare all’iniziativa è obbligatoria la prenotazione, inviando un messaggio al numero 3939365509 indicando data della camminata e nome e cognome di chi partecipa entro il 31 marzo e comunque è previsto un massimo di 90 partecipanti.

Il progetto “Camminata dei musei”, avviato nel 2015, e dunque giunto all’ottava edizione, intende promuovere il movimento e la fruizione dei musei considerato che la pandemia del Covid19 ha avuto ricadute disastrose su tali strutture come un meno 72% dei visitatori nel 2020 nonostante il 92% delle strutture sia rimasto aperto (seppur parzialmente).

Nel corso di queste otto edizioni sono state ben 47 le iniziative realizzate nel territorio delle province di Ascoli Piceno e Macerata, iniziative che hanno registrato oltre 1500 presenze di persone di ogni età.

Il progetto “Camminata dei musei” abbina la promozione dell’attività fisica alla conoscenza ed alla valorizzazione del territorio, in particolare delle strutture museali.

Riguardo all’incremento del movimento va ricordato che l’iniziativa si svolge a pochi giorni di distanza dalla “Giornata mondiale dell’attività fisica” programmata il 6 aprile per promuovere uno stile di vita attivo e la pratica di regolare attività fisica in tutta la popolazione e in ogni fase della vita.

“Offida e le donne” Una splendida camminata culturale 

Si è trattato di un tour culturale, diretto dalla guida turistica Marina Ricci, dedicato in particolare alle donne di Offida, tour che ha permesso di visitare splenditi siti e strutture che hanno affascinato i tanti presenti.

OFFIDA – L’U.S. Acli provinciale, con il patrocinio e il contributo del Consiglio Regionale – Assemblea legislativa delle Marche e dell’Assessorato allo sport del Comune di Offida, ha organizza l’iniziativa “Offida e le donne – Camminata dei musei” che ha visto la partecipazione, nella mattinata di domenica 13 marzo, di più di 60 persone provenienti da Marche ed Abruzzo.

Si è trattato di un tour culturale, diretto dalla guida turistica Marina Ricci, dedicato in particolare alle donne di Offida, tour che ha permesso di visitare splenditi siti e strutture che hanno affascinato i tanti presenti.

La chiesa della Madonna addolorata, il Museo Sergiacomi (grazie alla collaborazione della Fondazione Lavoro per la persona) e la chiesa di Santa Maria della Rocca sono state le strutture a cui è stato possibile accedere e di cui è stata narrata la storia o le opere presenti.

La mattinata è stata poi caratterizzata da un incontro con un gruppo di merlettaie di Offida, appassionate persone di una vera e propria arte che è stata narrata con tantissimi particolari, ma anche dall’attraversamento di un percorso che ha ricordato gli antichi mestieri delle donne offidane come ad esempio di coloro che si occupavano delle varie fasi della bachicoltura.

La manifestazione è stata realizzata all’interno del progetto “Camminata dei musei”, avviato nel 2015, giunto all’ottava edizione, e che per la prima volta ha fatto tappa ad Offida.

All’iniziativa, organizzata nell’ambito delle manifestazioni previste per la Giornata internazionale della donna, erano presenti l’assessore comunale a turismo e sport Cristina Capriotti ed il consigliere comunale delegato allo sport Valeria Maestri.

“Offida e le donne” La seconda tappa del progetto “Camminata dei musei”

Si svolgerà il 13 marzo

L’U.S. Acli provinciale, con il patrocinio e il contributo del Consiglio Regionale – Assemblea legislativa delle Marche e dell’Assessorato allo sport del Comune di Offida, organizza l’iniziativa “Offida e le donne – Camminata dei musei” il 13 marzo con partenza da Piazza del Popolo alle 9,30 nell’ambito delle manifestazioni per la Giornata internazionale della donna.

La manifestazione prevede un tour culturale gratuito con visita guidata al Museo Sergiacomi ed alla Chiesa di Santa Maria della rocca. La prenotazione è obbligatoria inviando un messaggio al numero 3939365509 indicando data della camminata e nome e cognome di chi partecipa entro il 10 marzo e comunque è previsto un massimo di 90 partecipanti.

Per l’ingresso alla struttura museale ed alla chiesa sono obbligatorie la mascherina ed il Green Pass rafforzato.

Il progetto “Camminata dei musei”, avviato nel 2015, e dunque giunto all’ottava edizione, intende promuovere il movimento e la fruizione dei musei considerato che la pandemia del Covid19 ha avuto ricadute disastrose su tali strutture come un meno 72% dei visitatori nel 2020 nonostante il 92% delle strutture sia rimasto aperto (seppur parzialmente).

L’abitudine degli italiani a visitare i musei, vere e proprie eccellenze culturali ricche di storia e di arte, rimane comunque limitata se si considera che il 64% di loro non li frequenta e che già nel 2019 c’era stato un calo rispetto al 2018, anno nel quale si registrò un record di ingressi.

“Offida e le donne” viene realizzato in collaborazione con Qualis Lab, laboratorio analisi cliniche, durante l’iniziativa saranno applicati il protocollo e le linee guida nazionali di contenimento Covid19.

Successo di partecipanti per “San Benedetto e le Donne”

La guida turistica Valentina Carradori ha predisposto un percorso cittadino dedicato alle donne che hanno dato lustro alla città.

Successo di partecipanti, con persone provenienti da varie zone delle Marche e dell’Abruzzo, per l’iniziativa culturale “San Benedetto e le donne” che si è svolta nell’ambito del progetto “Camminata dei musei”, realizzato dall’Unione Sportiva Acli Provinciale Aps.

La manifestazione di domenica 6 marzo, svoltasi quasi alla vigilia della Giornata internazionale della donna, è stata realizzata con il patrocinio dell’amministrazione comunale di San Benedetto del Tronto ed in collaborazione con Associazione Il Marcuzzo, Comitato di quartiere Paese Alto e Qualis Lab – Laboratorio analisi cliniche.

E’ stato un pomeriggio dedicato alle donne della città, a partire da Bice Piacentini (con la visita allo splendido omonimo palazzo e al Museo del mare e alla Pinacoteca del mare) fino alla leggendaria “Pannelletta”, passando per il paese alto, visitando la Torre dei Gualtieri, l’Abazia di San Benedetto Martire, Corso Secondo Moretti, il mandracchio e Via donne di mare.

La guida turistica Valentina Carradori ha infatti predisposto un percorso cittadino dedicato alle donne che hanno dato lustro alla città, raccontando anche quelli che erano i mestieri di una volta facendo ammirare, anche attraverso foto storiche, la localizzazione del vecchio lavatoio del paese alto o evidenziando, sempre nel paese alto, dove fosse il vecchio ospedale.

Soddisfatta l’assessore alla cultura Lina Lazzari in quanto “è stato bello condividere con tante persone i luoghi e la storia della mia città. Condividere ha anche il significato di poter vedere con occhi nuovi quello che per noi è il quotidiano, le radici e il cuore della città. La professionalità dell’organizzazione è stato poi un valore aggiunto. Inviti tutti a nuovi appuntamenti che ci saranno nei prossimi mesi”.

 Alla manifestazione erano presenti anche il consigliere comunale e provinciale Aurora Bottiglieri, il presidente regionale U.S. Acli Giulio Lucidi e Luciano Sgolastra in rappresentanza dell’Associazione Il Marcuzzo.